CAMPEY DOPO 500 ANNI COL SUO PIU’ RECENTE DIPINTO RIPROPONE UNA NUOVA LETTURA DI LEONARDO DA VINCI

Ester Campese, la pittrice nota al pubblico come Campey, si è ritagliata in maniera egregia un suo spazio all’interno di una mostra inaugurata a Milano presso il Palazzo Morando in onore di Leonardo Da Vinci in occasione dei 500 anni dalla morte dell’artista de La Gioconda.

Leonardo – Prigioniero del volo” è una collettiva che raduna diversi stilisti, progettisti, modellisti e pittori per rendere omaggio al grande genio inventore Leonardo da Vinci.

Annunci

Leonardo da Vinci è un personaggio che dal punto di vista sociale ha creato e continua a creare tendenza, come quella della Intercultura sociale, ed un’artista poliedrica come Campey non poteva non collocarsi all’interno di questa prestigiosa vetrina.

“Un onore aver potuto partecipare a questo progetto. Stasera a Palazzo Morando a Milano sarà inaugurato l’evento che vede stilisti molto noti ed artisti, che in collaborazione con alcune persone, detenute nel carcere di Bollate, esporranno le loro creazioni. Solo 10 artisti scelti in tutta Italia hanno partecipato in tandem al progetto che ha visto l’ensamble di abito e dipinto. Questo quello che mi riguarda. Non posso dirvi l’emozione. Non è tanto la tecnica, la bellezza, ma lo spirito e quello che c’è dietro. Le storie di chi ha sbagliato ma ha saputo correggersi, la generosità di chi ha offerto tempo e la

propria opera gratuitamente per una giusta e solidale causa, la serietà di uno dei tanti lodevoli progetti del carcere di Bollate che offre reali e concrete opportunità di reinserimento. Sono felice di aver potuto offrire ciò che ho potuto in questa circostanza, per questo progetto “ – ha così commentato la Campese. 

L’opera di Campey esposta al Palazzo Morando di Milano fino al 6 gennaio 2020.

 

 

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*