Cardito, l’ ultimo saluto a Giuseppe, in chiesa anche la madre

Nella parrocchia di S. Giuseppe a Pompei si sono svolti i funerali del piccolo Giuseppe, bimbo assassinato a bastonate dal suo patrigno.

Annunci

Appena mamma Valentina si è seduta in prima fila, è assurta la tensione.  Le persone presenti hanno manifestato il loro disagio nei confronti della donna, attraverso urla e commenti negativi per la sua impotenza nel salvare il figlio.  Ad accompagnarla i vigili di Massa Lubrense e l’assistente sociale, quest’ ultima continua a darle supporto, non la lascia sola un attimo. In lacrime Felice, il papà dei bambini.

Nel corso della cerimonia funebre, il vescovo monsignor Tommaso Caputo ha lanciato un importante messaggio: “Il dolore ci stringe l’ anima e ci toglie il respiro”, ha parlato di “vicenda tragica”, dinanzi alla quale “ciò che più serve ora è il silenzio, un silenzio che ci aiuti a riflettere e, perché no, a piangere”. A Giuseppe ha dedicato testuali parole: “Caro Giuseppe, la vita ti ha perduto e ci mostra gli occhi sbarrati di fronte all’abisso. La tua morte è un irreparabile sfregio all’umanità. Di fronte all’orrore  e all’ immensa pietà che la tua fine ha suscitato, la nostalgia  è per la vita che non hai potuto vivere. L’abisso che hai trovato sulla tua strada, non è roba che può venire dagli uomini. Un  pensiero anche alle tue sorelline vittime anche loro di una cieca violenza”.

 

 

 

About Annamaria Iannelli 1648 Articles
Annamaria Iannelli nasce a Trani il 14/09/1995. Nel 2018, all'età di soli 22 anni, si laurea in lingue e culture moderne per il turismo presso l'Università di Bari Aldo Moro, le sue lingue di studio: portoghese, francese e tedesco. Da diversi anni coltiva la passione per il giornalismo, nel suo tempo libero ama viaggiare, scrivere.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*