Emanuela Orlandi: esaminati sei sacchi ossa, oggi le prime risposte

Come già preannunciato qualche settimana fa, il caso Emanuela Orlandi è riaperto. Prosegue l’ analisi morfologica dei reperti ritrovati negli ossari, sei i sacchi di ossa esaminati nel Campo santo del Collegio teutonico.

Annunci

Le ultime news sul caso Orlandi

La magistratura vaticana ha acconsentito nei mesi scorsi ad aprire le tombe di due principesse tedesche: Sophie von Hohenlohe e Carlotta Federica di Mecklenburgo, morte nel XIX secolo. Una fonte che non ha voluto rivelare la propria identità ha suggerito alla famiglia Orlandi, e in particolare al fratello Pietro, di cercare lì le tracce della ragazza scomparsa a Roma nel 1983. Il tentativo si è rivelato fallimentare, le tombe sono risultate vuote, non è stato rinvenuto nessun resto umano, nessuna traccia di bare o urne. Qualche giorno fa, l’ ex lupo grigio condannato per l’ attentato a Giovanni Paolo II, in una lettera alla stampa internazionale ha dichiarato che Emanuela è viva e sta bene da 36 anni.

Il bollettino vaticano ha annunciato che l’ analisi sarà effettuata secondo i protocolli riconosciuti a livello internazionale, in particolare identificando gli elementi, nella struttura ossea, utili a diagnosticare la datazione dei reperti. Si attendono riposte sulle indagini, in particolare se ci sia la compatibilità tra le ossa rinvenute, molte di piccola dimensione.

 

About Annamaria Iannelli 1835 Articles
Annamaria Iannelli nasce a Trani il 14/09/1995. Nel 2018, all'età di soli 22 anni, si laurea in lingue e culture moderne per il turismo presso l'Università di Bari Aldo Moro, le sue lingue di studio: portoghese, francese e tedesco. Da diversi anni coltiva la passione per il giornalismo, nel suo tempo libero ama viaggiare, scrivere.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*