Gossip News moda: Tendenza Genderless.

La tendenza del momento: Genderless. Probabilmente figlio dei nostri tempi e della nostra cultura, delle lotte delle comunità LGBTQ, della voglia di libertà e di trasgressione, il Gender Fluid la fa da padrone. Consiste nel non identificare nettamente un look come maschile o femminile, ecco allora donne vestite di pelle e jeans strappati e uomini con zeppe vertiginose, fantasie floreali e borsette. Dal punto di vista storico non è la prima volta che sentiamo parlare di contaminazione di genere, da Platone che introdusse il mito degli androgini in ogni epoca c’è sempre stata la curiosità di esplorare il mondo del sesso opposto. Parlando di moda la rivoluzione cominciò con mademoiselle Chanel, che liberò la figura femminile da fronzoli, merletti e corsetti, ispirandosi alla comodità del guardaroba maschile e talvolta indossando gli abiti del primo compagno Etirnne de Balsan. Ai nostri giorni questa tendenza sembra aver raggiunto l’apice, è totalmente libera, probabilmente quei muri che in qualche modo la frenavano sono stati abbattuti e ha contaminato non solo il mondo dell’alta moda, ma persino quello del fast fashion (basti vedere catene come Zara e H&M). Molte maison hanno scelto addirittura di unire le sfilate uomo-donna, rivoluzionando il calendario classico, come per esempio Gucci, Bottega Veneta, Etro, e dal 2018 anche Salvatore Ferragamo. Alessandro Michele, direttore creativo di Gucci dal 2015, è sicuramente uno dei maggiori sostenitori del genderless, l’ambiguità dei suoi styling è ormai parte integrante del codice estetico della maison, che propone figure eteree e androgine. Al passo con questa tendenza anche un nuovo concetto di bellezza, moltissime infatti le modelle transgender che calcano le passerelle dei più grandi stilisti, dalla musa di Gucci Hari Nef alla copertina di Vogue Parigi Valentina Sampaio, fino alla musa di Givenchy Lea T. Lo stesso sembra accadere con le Drag Queen, basti vedere Violet Chachki, testimonial per il marchio di intimo femminile Playful Promises e Miss Fame, che ha sfilato alla New York Fashion Week. Insomma la vera tendenza è mettersi ciò che piace, senza preoccuparsi troppo del fatto che venga dal reparto donna o dal reparto uomo.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*