Gossip News moda: tendenze spring/summer 2019.

Essendosi conclusa da poco la sttimana della moda donna milanese, dove come sappiamo sono state presentate le collezioni ispirate alla prossima primavera / estate 2019, è giunto il momento di tirare le somme e di elencare quelle che sono le tendenze principali. La passerella di Alberta Ferretti è stata caratterizzata da colori pastello e volumi fluttuanti: abiti scivolati, bluse svolazzanti e pantaloni larghi e leggeri hanno dominato l’intero show, il tutto dal sapore leggermente western; alla fine della sfilata si sono viste trasparenze e ricami, rigorosamente sul nero. Altro mood invece per N°21, che alterna linee a tubino con abiti bombati, adornati da trasparente, inserti di piume di struzzo e vinile. Particolarmente sensuale è la nuova collezione proposta da Max Mara, la maggior parte dei look sono stretti in vita e descrivono una donna forte e consapevole; i colori spaziano dai toni neutri a quelli fluo e tra le fantasie spiccano i pois e i volant. Destrutturati e contemporanei sono i look di Fendi, per una sfilata particolarmente concettuale: il colore predominante è il marrone, in tutte le sue declinazioni ( colore simbolo della maison), le modelle sono caratterizzata da un’austerità un po’ militare, particolare è l’uso del pvc trasparente che va a coprire soprabiti e gonne. È romantica e fiabesca la donna Luisa Beccaria, sulle tonalità pastello spiccano abiti lunghi e volumi importanti, abbelliti da volant, fiocchi e pizzi leggeri. Sempre fedele a se stessa Miuccia Prada disegna una collezione piuttosto composita, fatta di stampe grafiche, trasparenze, e forme asimmetriche, il tutto su modelle piuttosto androgine. È stato un vero e proprio spettacolo lo show di Moschino, Jeremy Scott si è ispirato al lavoro del designer e ha vestito le modelle con gli oggetti del mestiere: tailler e tubini son stati stampati come colorati con un pantone; metro da sarta, spilli e ditale sono diventati invece accessori. Il risultato è uno spettacolo in tipico stile Moschino, il tutto con un allure molto glamour. Particolarmente interessante è stata la collezione Emporio Armani, che ha sfilato all’aeroporto di Linate: se i primi look infatti son particolarmente sportivi e destrutturati, sulle tonalità del grigio, pian piano sono uscite proposte sempre più eleganti e particolari, dai toni accesi come il fucsia, il verde acido e il blu. È invece di ispirazione orientale la nuova collezione Antonio Marras, capi destrutturati sono arricchiti da piume e ricami, i colori sono prevalentemente ispirati al mondo militare. Come sempre la donna Versace è invece audace, sensuale e sicura di sé: si alternano spacchi vertiginosi (laterali nei vestiti e frontali nelle gonne) scollature asimmetriche e gonne corte, il tutto stampato con fantasie di ogni genere, dalle righe al floreale, in mix and match. Altrettanto decisa è la passerella di Philipp Plein, i colori principali sono il bianco e il nero, con qualche tocco di rosso scarlatto e di fantasia militare, i materiali principali sono la pelle e il metallo, il tutto caratterizzato da un tocco rock. Sono più pratiche invece le proposte di Salvatore Ferragamo, tailleur pantaloni morbidi e portabili si sono declinati nei toni caldi dell’arancio e del tope, con tocchi di azzurro cielo. Sulla catwalk di Philosophy by Lorenzo Serafini abbiamo visto invece pantaloni larghi dal taglio sportivo ma dai materiali importanti, volant e trasparente, un mix molto femminile ma allo stesso tempo di impatto. Missoni abbandona invece le classiche stampe per sperimentare con tonalità pastello più chiare e fantasie meno d’impatto. Trasparenze e volant, alternate a pelle e colori fluo invece per Cristiano Burani. Infine Dolce & Gabbana, che come di consueto hanno sfilato fuori dal calendario della Camera Nazionale della Moda Italiana, hanno presentato come nel loro stile una collezione composita, ispirata anche questa volta alla tradizione siciliana con fiori, pois e stampe a tema, oltre che i richiami religiosi e i classici abiti neri, anche la scelta dei modelli e delle modelle è stata particolarmente eterogenea. Tirando le somme possiamo dire che di questi tempi è difficile identificare delle tendenze che siano omogenee per tutti i brand, le proposte sono quasi tutte diverse e variegate. In linea di massima le tendenze più comuni e ridondanti sono l’ispirazione militare, i colori pastello e le tonalità calde, principalmente sul marrone.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*