Gossip News Italia

Gfvip4: Fernanda Lessa torna ad attaccare Antonella Elia

Condividi:
Tempo di lettura: 3 minuti

Fernanda Lessa torna ad attaccare Antonella Elia: “È la cor*uta nazionale!”

Nella casa del Grande Fratello, Fernanda Lessa torna ad attaccare Antonella Elia continuando a credere che la negatività di quest’ultima farebbe muovere le sedie della cucina.

La modella brasiliana parlando con Licia Nunez ha affermato: “Anche se poi mi danno della strega, ti ricordi quando le sedie ti sono venute addosso? Senza toccarle venivano da sole addosso” poi attacca Antonella Elia riferendosi all’ultima lite avuta con la Marini: “Valeria non te la devi prendere perchè tu sei la nazionale, lei invece è la cor*uta nazionale!”.

Pubblicità





Fernanda poi si scaglia contro gli autori del programma, affermando che secondo lei monteranno i suoi insulti e non quelli di Antonella Elia. La modella brasiliana si è schierata dalla parte di Valeria Marini dando della c****** nazionale alla Elia, parole che sono arrivate all’orecchio di quest’ultima che ha replicato: “Continua così che fai una gran bella figura. Cor*uta nazionale e lutto nazionale dalla candida bocca di Fernanda”.

Antonella Elia è stata consolata da Andrea Denver che le ha detto: “Come ti ho detto lascia stare, per il momento continua così”, la Elia ha risposto al modello con le lacrime agli occhi: “Ma adesso sono tutte contro di me”. Denver è dell’opinione che Antonella non dovrebbe rispondere alle provocazioni, consigliandole di proseguire la sua avventura nella casa a testa alta, poi conclude dicendole: “Hai tante persone che ti ascoltano, puoi parlare con chi vuoi, per questo ti dico che è inutile scaldarsi per nulla”.

Fernanda prima tira il sasso e poi nasconde la mano, la modella dichiara che dicendo quelle parole, non ha specificato a chi le ha rivolte, poi aggiunge: “Se lei si sente cornuta nazionale… Io ho detto ‘Tu sei la Valeria nazionale e lei la cornuta nazionale’. Se sa di esserlo”. Valeria Marini che da’ il suo pieno appoggio a Fernanda, ironizza che la colpa è di Aristide Manlati e del fatto che è tanto desiderato.

 

 

 

 

 

Condividi:

Lascia una risposta