Gossip News Italia

Grande Fratello Vip 6: Principesse Selassié convocate per fatti familiari

Condividi:

Sorelle Selassié o Pricipesse?

Il settimanale Oggi ha pubblicato un’inchiesta sulle sorelle Lucrezia, Clarissa e Jessica, sembra siano andati ad indagare sull’albero genealogico, sostenendo di aver scoperto che le donne non siano le pronipoti del Negus etiope, il Re dei re, Hailé Selassié.
La rivista ha reso noto che di essere in possesso di alcuni documenti riguardanti il padre delle tre sorelle, che in questo momento si trovano all’interno della Casa Rossa.

Questi documenti sembrano sostenere che il padre delle tre donne, non sia un parente dell’ultimo imperatore etiope, affermando che l’uomo si chiami Giulio e non Aklile Berhan Makonnen Hailé Selassié. Quindi sembrerebbe non aver alcun legame di sangue con il Duca di Hara, che sarebbe il secondo genito del Negus.
La vicenda sembra essere ancor più complicata, nel momento in cui il settimanale afferma che il padre delle ragazze sia stato arrestato in Lussemburgo lo scorso giugno per truffa, ad oggi risieda nel penitenziario di Lugano.

Il Grande Fratello Vip ha comunicato alle tre sorelle di averle messe al corrente su alcune questioni familiari importanti, senza specificare l’argomento trattato.
A questa dichiarazione ufficiale il settimanale Oggi ha comunicato tramite social un’ipotesi:
“Le ragazze potrebbero non essere al corrente” del fatto che il padre avrebbe “manomesso i documenti”
A questo punto ci si chiede chi è Giulio, e come abbia fatto a farsi passare per un discendente reale. La rivista Oggi sostiene che Giulio fosse il figlio del giardiniere dell’imperatore, quando ci furono tumulti in Etiopia, e gli Eredi dei Re sono espatriati, Giulio sembra abbia convinto gli Eredi a chiudere un occhio sulle origini, modificando così i propri documenti.

Se tutto ciò si verificasse veritiero, le tre sorelle perderebbero il titolo di Principesse.

 

Condividi:

Clicca play per ascoltare Radio Gossip News Italia

www.radiogossipnewsitalia.it

Lascia una risposta