Gossip News Italia

I Negrita a Torino: “Il rock non è morto”

Condividi:

I Negrita a Torino: “Il rock non è morto e Pao mostra il dito medio”

I Negrita sono un gruppo musicale rock italiano, formatosi all’inizio degli anni ’90 a Capolona, in provincia di Arezzo. Nella giornata di ieri la band si è recata presso Palazzo Madama a Torino per rilasciare un’intervista prima di recarsi all’Eurovillage sito al Parco del Valentino.

Durante l’intervista Pao racconta il legame della band nei confronti della città dicendo:
«Torino? Poche città hanno prodotto così tanta musica. Ricordo ancora il nostro concerto all’Hiroshima, ma abbiamo suonato anche qui davanti». In piazza Castello, (intendendo piazza Castello) al media center Casa Italia, a Palazzo Madama prestandosi ai fotografi.

Il 9 maggio hanno suonato all’Eurovillage. «Il rock è un’attitudine, un modo per raccontare la vita. Siamo contenti della vittoria dei Maneskin — dice Drigo — dopo un lungo periodo di entusiasmo per le note che arrivano dalla plastica: siamo felici del successo in tutto il mondo per la musica suonata. Achille Lauro è un outsider, Blanco e Mahmood? Quei ragazzi spaccano».

Negrita – Eurovision Contest Song Torino 2022

Continuando Pao: «La nostra generazione anni ‘90 ha prodotto a Torino tantissime band: é una città cosmopolita, di cui seguiamo le vicissitudini anche grazie al rapporto con i Subsonica. Mi sembra che Torino, sia livello sociale che universitario abbia sostituito altre città: mi sembra che ultimamente molti ragazzi che decidono di alzare i tacchi da casa loro si dirigano qua. Questo non può che far bene al tessuto culturale. Il nostro rapporto è legato ai live, dall’Hiroshima al Palasport alle piazze, ma anche a Carlo Rossi, scomparso troppo presto, mostro della produzione e della fonica italiana degli anni 80 in poi».

Il Concerto dei Negrita al Parco del Valentino

Il Parco del valentino ha stabilito una capienza massima di 17000 persone, per il Live tanto atteso dei Negrita, si sono create serpentoni di persone verso le 22 a fare la coda per l’ingresso, con altrettante persone in arrivo, raggiungendo la capienza prestabilita.Negrita - Eurovision Contest Song Torino 2022

A quel punto in centinaia hanno hanno cercato di entrare, anche di scavalcare le barriere per accedere al grande prato. I Negrita stessi a quel punto hanno provato a lanciare un appello dal palco dicendo: «La capienza massima è stata raggiunta, non ammassatevi». Grazie alle forze dell’ordine la situazione è tornata stabile.

Continuate a seguirci per altre news 

Condividi:

Lascia una risposta

WordPress Cookie Notice by Real Cookie Banner