Gossip News Italia

Luciano Ligabue 33 anni di carriera ma stava per mollare

Condividi:
Tempo di lettura: 6 minuti

Il cantante Luciano Ligabue rivela in un’intervista del periodo in cui stava pensando di abbandonare la musica.

 

“Sono grato per questi 30 anni intensi di musica e di successi, ma l’intensità si paga e a volte mi sono perso. Nel ’99, dopo Buon Compleanno Elvis e Radiofreccia, avevo meditato di smettere: non ero preparato a quella mole di successo e all’isolamento che questo portava con sé” ha rivelato Luciano Ligabue. Così il cantante Ligabue ha parlato del periodo in cui stava per lasciare tutto, l’uomo ha poi continuato: “Ma poi mi sono detto: se smetti, come fai a non fare concerti? E a 20 anni da quel periodo critico sono ancora qui”. Sono ben tre decenni che sono la metà della sua vita: “Ho vissuto 30 anni senza fare il musicista e 30 anni facendolo”.

Quest’anno doveva essere l’anno dei festeggiamenti, del grande concerto a Campovolo, rimandato poi al 19 giugno 2021, a causa dell’emergenza globale che stiamo vivendo, perché il futuro dei live dev’essere live e non in streaming. Ligabue ha deciso intanto, per non perdere la mano, di festeggiare a modo suo con una doppia uscita, per Warner Music Italy il 4 dicembre arrivano il disco di inediti “7” e la raccolta “77+7”, poi il cantante ha commentato: “Trent’anni erano un’occasione irripetibile. E lo stare chiusi in casa ha favorito la voglia di fare musica in studio, visto che non la potevo fare fuori casa. E per la prima volta mi sono fermato e ho guardato al passato. Se non puoi guardare avanti, guardi indietro”. Il numero è da sempre speciale per Ligabue e diventa protagonista di questo nuovo progetto: l’album di inediti contiene 7 brani, spunti ritrovati nei cassetti e riscritti, tra i quali c’è il suo primo vero duetto della sua carriera, con la cantante Elisa, per quanto riguarda il cofanetto, raccoglie i 77 singoli, uno ogni 5 mesi, che hanno fatto la storia di Luciano Ligabue.

 

Luciano Ligabue nasce a Correggio, il 13 marzo del 1960. Nipote di eroe della Resistenza, dopo aver conseguito il diploma di ragioneria svolge i lavori più disparati, tra cui quello del bracciante agricolo e dell’operaio metalmeccanico, quindi ragioniere, conduttore radiofonico nell’emittente cittadina, commerciante, promoter, calciatore e perfino il consigliere comunale. Nel 1978 scrive il suo primo singolo, Cento lampioni e nel 1986 fonda insieme ad alcuni amici il gruppo Orazero che prende il nome da uno dei suoi brani. Da quel momento le sue canzoni sono un successo dietro l’altro fino a quando il suo terzo album Sopravvissuti e sopravviventi assieme ai Clan Destino del 1993, non riscuote molto successo, infatti ne verrà estratto solo un singolo e Ligabue romperà con il produttore e la band.

Di lì in poi, il cantante torna a fare grandi successi, duetta con Luciano Pavorotti e nel 1998 pubblica la colonna sonora del suo primo film da regista Radiofreccia. Nel 1999 insieme a Jovanotti e Piero Pelù, incide Il mio nome è mai più, brano pacifista dal quale viene prodotto un singolo il cui ricavato va in beneficenza, per quanto riguarda gli anni 2000, Ligabue continua a pubblicare successi e nel 2005 per festeggiare i 15 anni di attività, torna sul palco e si esibisce all’aeroporto di Campovolo. L’ anno successivo  parteciperà alla Cerimonia di apertura dei IX Giochi Paralimpici invernali di Torino 2006, mentre nel 2007 annuncia il suo ritorno sul palcoscenico. Per  quanto riguarda la sua vita privata, Ligabue si è sposato la prima volta con Donatella Messori, dalla cui unione è nato Lorenzo Lenny Ligabue. Il matrimonio con Donatella, è durato dal 1991 fino a quando nel 2002 non hanno divorziato, fortunatamente i due sono rimasti in buoni rapporti. Per quanto riguarda il figlio, Luciano ha dichiarato che ha un grande talento per la musica, ma Ligabue ha anche una figlia, Linda Ligabue, nata nel 2004 dalla relazione con Barbara Pozzo che il cantante ha sposato nel 2013.

 

Luciano Ligabue è uno degli artisti italiani più apprezzati al mondo, la sua carriera è piena di successi, quest’anno per festeggiare i 30 anni di carriera avrebbe dovuto fare un concerto a Campovolo, ma a causa del Covid è stato posticipato al 19 giugno 2021, ma per quest’anno, il 4 dicembre, tra pochi giorni, usciranno”7“, il suo nuovo album e il cofanetto di 77 singoli “77+7“. Così Luciano Ligabue ha rivelato che circa 20 anni fa stava per abbandonare la musica, i suoi brani sono dei veri e propri capolavori, quindi gli siamo eternamente grati che abbia scacciato via il pensiero di abbandonare la sua carriera. Grazie Liga!

Condividi:

Lascia una risposta