Gossip News Italia

Miguel Bosé sulla morte della madre Lucìa Bosé: “Non è stato il Covid”

Condividi:

Miguel Bosé, cantante di fama mondiale, si racconta in un’intervista, parlando della morte della madre ed alcuni suoi problemi.

Miguel Bosé sulla morte della madre Lucìa Bosé: "Non è stato il Covid"

Il cantante Miguel Bosé ha rilasciato un’intervista alla televisione spagnola, dove ha parlato della morte della madre Lucia Bosé, avvenuta a marzo dello scorso anno, a causa del Covid-19. L’uomo che oltre ad essere un cantante, è anche compositore, attore e ballerino, ha dichiarato, senza alcun dubbio, qualcosa riguardo la tragica morte della madre: “Sono negazionista e questa è una posizione che porto avanti a testa alta. C’è un disegno che non si vuole rivelare, questa è la verità. Non è stato il virus a ucciderla, ma qualcos’altro. Se parlassi direi cose molto pericolose per chi doveva curarla”.

Miguel Bosé sulla morte della madre Lucìa Bosé: "Non è stato il Covid"

Nella sua intervista alla televisione spagnola, il figlio di Lucia Bosé ha avuto modo di parlare anche della separazione, avvenuta nel 2018, da Nacho Palau, storico compagno e del conflitto per l’affidamento dei quattro figli, due coppie di gemelli, nati grazie alla maternità surrogata. Problemi che avrebbero causato a  Miguel Bosè, seri problemi alla voce: “La mia voce naturale va e viene. È un problema di natura emotiva. Ho cominciato a perderla nel momento in cui la nostra relazione ha cominciato ad andare male, quando l’amore non esiste più e anche l’amicizia e la convivenza civile spariscono, quando tutto crolla” ha commentato Bosé.

Miguel Bosé sulla morte della madre Lucìa Bosé: "Non è stato il Covid"

Il ballerino spagnolo, di fama mondiale, Miguel Bosé, ha poi rivelato qualcosa riguardo alcuni problemi che lui ha avuto, con la droga: “Ho iniziato a consumare stupefacenti dopo una delusione d’amore, negli anni 80. Una sera chiamai alcuni amici gli dissi che avevo bisogno di fare festa. Ricordo il primo bicchiere, e poco dopo la prima striscia di coca. Gli effetti mi durarono una settimana. Pensavo che fosse una parte necessaria, legata alla creatività. Ma da un giorno all’altro le droghe smettono di essere tue alleate e diventano il tuo nemico. Fino al giorno in cui ho avuto la forza di dire basta. Non uscivo più nei locali, ma mi facevo lo stesso tutti i giorni. Sono arrivato a consumare quasi due grammi di cocaina al giorno, oltre a fumare marijuana e a prendere pastiglie. Solo sette anni fa ho smesso per sempre con tutta questa roba” ha affermato Miguel Bosé.

Condividi:

Clicca play per ascoltare Radio Gossip News Italia

www.radiogossipnewsitalia.it

Lascia una risposta