Gossip News Italia

L’attrice Naya Rivera è morta per salvare il figlio di 4 anni.

Condividi:
Tempo di lettura: 4 minuti

Naya Rivera, nota star della serie televisiva Glee, è stata ritrovata morta nel lago in cui era in barca con il figlio di 4 anni che sta bene.

La 33enne Naya Rivera era un’attrice americana che ha raggiunto il cuore del pubblico grazie al ruolo di Santana Lopez nella serie tv di Glee, alcuni giorni fa, insieme a suo figlio di 4 anni era uscita in barca sul lago californiano, Piru. Il figlio della donna, ha raccontato ai soccorritori che lui e la sua mamma erano andati lì per nuotare e che poi l’ha vista sparire sotto la superficie del lago, sparendo nel nulla, fino ad oggi, quando il quel lago è stato ripescato il corpo di una donna che è stata identificata come Naya Rivera, che però per avere la certezza riguardo l’identità, verrà sottoposto ad un’autopsia. “Ha usato tutte le sue forze per riportare il figlio sulla barca, ma non ne aveva più per mettersi lei in salvo” ha dichiarato lo sceriffo della contea californiana Ventura. Alcuni giorni fa, l’ufficio dello sceriffo, aveva diffuso le ultime foto della donna insieme a suo figlio, quelle riguardo il loro arrivo al lago. In un video si vedono madre e figlio scendere dall’auto per dirigersi al molo e noleggiare una barca. Il giorno prima della loro uscita, la Rivera aveva della Contea di Ventura aveva diffuso le ultime immagini della trentatreenne prima della sua scomparsa: si tratta del suo arrivo al lago Piru, in California, in compagnia del figlio Josey. Nel video, mamma e figlio scendono dall’auto e si dirigono al molo per noleggiare una barca. Il giorno prima, Naya aveva rilasciato un tweet con una tenera immagine di lei col suo bambino, nato dal matrimonio con l’attore Ryan Dorsey da cui si era separata dopo quattro anni di matrimonio. Il testo: “Solo noi due”.

Pubblicità





Quella di Naya Rivera è un’altra tragedia che colpisce il cast di Glee. Nel 2013, Cory Monteith è stato trovato morto, a causa di un mix di farmaci e alcol, in un albergo di Vancouver. Ai fans della serie non è sfuggito che la tragedia che ha coinvolto Naya è avvenuta il giorno del settimo anniversario della morte di Monteith, mentre nel gennaio del 2018 Mark Salling si è suicidato dopo che erano state rinvenute immagini pedopornografiche nel suo computer. Intanto una parte del cast della serie nella giornata di ieri, vista anche la coincidenza che vedono legate le tragedia di Naya e Cory, si sono radunati al lago Piru, tenendosi per mano per rendere omaggio alla collega e vista la coincidenza dell’anniversario della morte di Monteith, il loro gesto è stato colto come una sorta di tributo per entrambi, mentre per quanto riguarda la collega Lea Michele, la cui rivalità con Naya non è mai stata un mistero, è stata minacciata di morte per non aver espresso un cordoglio nei confronti della collega e per questo si è trovata costretta a disattivare il suo profilo Twitter.

Condividi:

Lascia una risposta