Gossip News Italia

Polemica X Factor la produzione si difende

Condividi:
Tempo di lettura: 5 minuti

Giunge il momento dei Live di X Factor, il conduttore si emoziona per il pubblico in studio, intanto sul web dilaga la polemica.

 

Alessandro Cattelan si emoziona per la presenza in studio del pubblico durante i Live di X Factor 2020, non rimasta indifferente  dalla presenza degli spettatori anche la giuria composta da Mika, Manuel Agnelli, Hell Raton ed Emma Marrone, in particolare quest’ultima aggiunge che sentiva la mancanza dell’energia e del calore delle persone. La presenza di un pubblico è molto importante per le trasmissioni, specie per i talent, perché i concorrenti devono avere un riscontro riguardo le loro esibizioni, dell’effetto che fa sulle persone.

Pubblicità





Le persone presenti in studio non sono molte e sono tutte a debita distanza. La produzione del talent X Factor è riuscita ad avere del pubblico, ma non sarebbe mai immaginata che sul web si sarebbe scatenata una polemica a riguardo. In molti sui social hanno criticato la scelta da parte del programma di avere il pubblico presente in studio. Molte persone hanno trovato che questo sia irrispettoso verso cinema e teatri che a causa del nuovo DPCM hanno dovuto chiudere, altri invece trovano che nonostante siano state rispettate le misure di sicurezza, non si darebbe comunque un buon segnale, oppure c’è chi ha ipotizzato che a X Factor si potesse fare il tampone senza fare lunghe file d’attesa.

Si è scatenata una vera è propria polemica, tant’è che la produzione è dovuta intervenire pubblicando un post sui propri social: “Il pubblico presente a X Factor 2020 segue tutti i protocolli previsti dalle norme: distanziamento, mascherine e tampone prima di accedere al teatro. Il numero dei presenti rientra nella capienza prevista dalle disposizioni attuali”, nonostante questo comunicato, le persone hanno continuato ad esprimere il proprio disappunto a riguardo, continuando ad affermare che non sia giusto nei confronti di quelle attività che hanno subito l’effetto delle nuove disposizioni da parte del Governo. L’ account ufficiale di X Factor, ha poi dato un’ulteriore spiegazioni dicendo: “Le persone presenti in sala, inoltre, sono persone assunte appositamente e come tali dispongono delle autorizzazioni necessarie”.

 

Nei giorni scorsi è accaduta una cosa simile per quanto riguarda il programma di Maurizio Costanzo, il Maurizio Costanzo Show, il pubblico ha criticato la presenza delle persone in studio e il fatto che gli ospiti della trasmissione non portassero la mascherina considerando anche la poca distanza rispettata da parte del parterre del programma, il conduttore è intervenuto spiegando: “Volete sapere come funziona? È facile: il pubblico della mia trasmissione prima di entrare fa il test sierologico, e così tutti gli ospiti. Fra una persona e l’altra c’è un plexiglass, e anche fra un ospite e l’altro c’è un plexiglass. Perché non fanno così anche nei teatri? Possono farlo tutti. Facciano così, invece che rompere e fare polemiche!”, questo spiega quello che riguarda il pubblico, mentre per quanto riguarda le mascherine non indossate dagli ospiti, non è ancora stato detto nulla a riguardo.

Il pubblico presente nello studio del Maurizio Costanzo Show, durante la puntata andata in onda  martedì 27 ottobre, ma registrata lunedì 26, occupa come si vede dalle immagini che circolano sul web, tutte le sedie presenti in studio, ogni spettatore è separato dal vicino di poltrona da un pannello in plexiglass trasparente. Riguardo la presenza delle persone in studio, è partita una polemica considerando che tutto ciò è avvenuto subito dopo il nuovo decreto lasciato dal Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nonostante ciò, Maurizio Costanzo garantisce che sono state prese tutte le misure necessarie per poter permettere al pubblico di essere in studio.

La situazione è molto complessa, a causa di questo nuovo decreto, molte attività commerciali, cinema e teatri non saranno operativi, quindi cerchiamo di indossare la mascherina e rispettare il distanziamento, in modo che le persone colpite dagli effetti dalle nuove misure del decreto possano presto tornare al lavoro.

 

 

Condividi:

Lascia una risposta