Home / Salute e Benessere / TRUCCO PERMANENTE: di cosa si tratta? Quanto dura? È reversibile? Quanto costa? Che rischi ci sono?

TRUCCO PERMANENTE: di cosa si tratta? Quanto dura? È reversibile? Quanto costa? Che rischi ci sono?

Oggi parliamo di un argomento molto interessante e di sempre più appeal: parliamo di trucco semipermanente, ma anche micropigmentazione, microblanding, tatuaggio estetico

Tutte tecniche che ridisegnano in maniera più o meno naturale labbra, sopracciglia, palpebre e che viene utilizzata anche per correggere o ricostituire i contorni di zone più delicate ad esempio dopo operazioni molto traumatiche, per esempio se occorre correggere delle cicatrici o  ricostruire delle zone compromesse da un intervento, come ridefinire l’areola mammaria.

Pubblicità





Questo tipo di trattamento però non è permanente e dopo qualche tempo sbiadisce e va nuovamente calcato ..certamente però ha una durata piuttosto lunga che varia anche da persona a persona.

Il trucco semipermanente , soprattutto se parliamo di necessità estetica, è molto indicato per coloro che desiderano avere un aspetto sempre in ordine, non hanno dimestichezza con matite e pennelli  o hanno esigenza lavorative, basti pensare alle hostess di volo che devono essere sempre in ordine a qualsiasi ora e senza magari avere le condizioni più comode per truccarsi o a chi pratica sport, anche acquatico o semplicemente per tutti coloro che sono intolleranti a dei principi contenuti nei cosmetici o hanno delle cicatrici da camuffare.

Infatti un trucco semipermanente leggero può essere un ottimo aiuto per il make up di tutti i giorni..

Definire sopracciglia e contorno labbra è una buona soluzione anche per coloro che soffrono di alopecia o si sta sottoponendo a chemioterapia: trattamento che comporta la perdita di ciglia, sopracciglia e capelli. Ad essere molto richiesto è il trattamento per riempire le sopracciglia e dare loro una maggiore definizione. Questa tecnica molto in voga ora si chiama ” microblanding”

Il “microblanding”  si avvale di una piccola penna con tanti piccoli aghi sottilissimi. Questi aghi provocano piccole incisioni non profonde sulla pelle che vengono poi riempite di pigmento di colore . La tendenza ora è di avere sopracciglia piene e folte, ben definite.. quindi questa tecnica è molto richiesta e recupera quelle situazioni drammatiche determinate dall’uso selvaggio della pinzetta.

E’ poi molto richiesta la realizzazione di un perfetto eyeliner che diventa difficoltoso per chi non ha mano ferma ed esperienza o il contorno labbra per evitare sbavature o semplicemente per renderlo più marcato con l’effetto di aumentarne il volume.

Se tra i vantaggi abbiamo senza dubbio un  risparmio di tempo e la comodità di un viso sempre ben truccato ed in ordine tra gli svantaggi c’è sicuramente che vi vedrete sempre uguali allo specchio e che è un trattamento un  po’ fastidioso anche se si utilizzeranno delle pomate con anestetizzante sulle zone da trattare. La tecnica consiste in una micropigmentazione che si effettua con un particolare dispositivo che inietta un pigmento di colore attraverso delle piccole incisioni.

È fondamentale che tale procedura sia effettuata da un esperto: chirurgo plastico o un dermopigmentatore certificato, ciò vi garantirà non solo la sicurezza nel procedimento ma anche quella dei materiali utilizzati.

Il trattamento in sè può durare un paio d’ore e anche di più in base alle zone da trattare così come i costi.

Si varia dai 300 ai 1000 euro e i costi cambiano anche in base allo specialista che si sceglie. Il ritocco costerà poi molto meno. È utile infatti sottoporsi a sedute di mantenimento, così da prolungare  l’effetto del risultato ottenuto nel tempo.

A comprometterne la durata ci sono però determinati fattori:  pelle grassa, che non trattiene il pigmento; pelle secca, che tende a screpolarsi; sport come la piscina: a causa del contatto con il cloro; esposizione sconsiderata al sole o alle lampade; esfoliazioni e pulizie troppo aggressive e profonde del viso; eccessiva sudorazione; assunzione di farmaci cortisonici o anticoagulanti; cicatrizzazione post trattamento.

Spesso tatuaggio e trucco permanente vengono scambiati ma si tratta, in realtà, di due trattamenti diversi.

Innanzitutto differiscono per il tipo di pigmento utilizzato: nel trucco permanente si utilizzano pigmenti naturali e certificati e questi pigmenti vanno meno in profondità rispetto a quelli del tatuaggio, è una procedura meno invasiva e molto meno dolorosa. Inoltre i pigmenti utilizzati nel trucco semipermanente sono diversi da quelli utilizzati nel tatuaggio e sono meno persistenti. Anche i macchinari utilizzati sono differenti.

In ogni caso entrambe le tecniche sono  sconsigliate in caso di dermatiti e infezioni della pelle, di labbra con silicone, di nei o cicatrici particolarmente grandi e irregolari.

Questa tecnica è poi controindicata per quelle persone che assumono farmaci anticoagulanti o insulina, per gli immunodepressi, le donne in gravidanza e allattamento, e non è consigliato a minorenni.

Qualsiasi sia la vostra preferenza il consiglio è di affidarvi sempre a specialisti estremamente esperti .

Benedetta Spazzoli

Condividi:

About Benedetta Spazzoli

Check Also

Beauty Life Cosmetici

Rituali di bellezza per la cura del corpo

Cura estetica e rituali beauty dovrebbero essere una vera e proprio filosofia. Una esperienza da …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *