Gossip News Italia

Il figlio di Raoul Casadei: “Papà morto per Covid, non era stato ancora chiamato per il vaccino”

Condividi:

Mirko Casadei, il figlio di Raoul Casadei, scomparso da poco, ricorda il padre nella trasmissione Live non è la D’Urso.

Il figlio di Raoul Casadei: "Papà morto per Covid, non era stato ancora chiamato per il vaccino"

Ieri sera, in collegamento nella trasmissione di Barbara D’Urso, è intervenuto Mirko, il figlio dell’artista recentemente scomparso Raoul Casadei. Il giovane ha ricostruito gli ultimi giorni prima della morte del padre, scomparso a causa del Covid-19: “Noi abitiamo tutti insieme, 5 famiglie, ci siamo infettati tutti con i Covid. Io sono stato l’unico a non essere contagiato e purtroppo i miei genitori che erano i più anziani hanno sofferto di più. Stavamo scavallando il momento più critico quando papà con febbre molto alta, si è aggravato”.

Il figlio di Raoul Casadei: "Papà morto per Covid, non era stato ancora chiamato per il vaccino"

Lo scorso sabato è scomparso Raoul Casadei, conosciuto come il re del liscio, all’età di 83 anni a causa del Covid-19. Il figlio Mirko Casadei, a capo dell’Orchestra Casadei al posto del padre, è intervenuto nella trasmissione Live non è la D’Urso, tramite un collegamento, in quanto sia lui che la famiglia sono ancora in quarantena visto che sono ancora contagiati e poi ha avuto modo di parlare del padre che invece è stato ricoverato in ospedale il 2 marzo ed è poi scomparso 11 giorni dopo: “Mio papà per sicurezza è stato ricoverato perché aveva un inizio di polmonite, è salito sull’ambulanza con le sue gambe e dopo pochissimi giorni si è aggravato molto, nel giro di una settimana circa non ce l’ha fatta, ci ha abbandonati. Non era stato ancora chiamato per il vaccino. Grazie alle infermiere del reparto Covid di Cesena lo vedevamo con il tablet, sembrava il Raoul di sempre. Volevo ringraziare tutti i medici, le battaglie si possono vincere o perdere ma loro sono sempre in prima linea”.

Il figlio di Raoul Casadei: "Papà morto per Covid, non era stato ancora chiamato per il vaccino"

“Sembrava che le cose stessero migliorando. Poi si è aggravato. Febbre alta e tosse. Il 118 l’ha portato in ospedale, è salito in ambulanza con le proprie gambe. In ospedale era sorridente ed allegro. Poi sono peggiorate le cose” ha continuato Mirko Casadei, il quale ha poi aggiunto che il padre stava aspettando di essere vaccinato, ma non era stato ancora chiamato, poi in merito interviene anche il ricercatore Matteo Bassetti che commenta: “La prima ondata è arrivata alle nostre spalle, la seconda pure. Ma la terza andava evitata con una campagna vaccinale che oggi, meno male, sta ripartendo”. Il figlio di Raoul Casadei, poi ricordando i suoi ultimi giorni di vita, ha voluto anche parlare della sua carriera e ha dichiarato: “Mio padre non morirà mai, gli artisti come lui rivivono nelle loro canzoni, che gireranno e porteranno grande allegria tra le persone”.

Condividi:

Clicca play per ascoltare Radio Gossip News Italia

www.radiogossipnewsitalia.it

Lascia una risposta